Alternative naturali per la cataratta nei cani e nei gatti

Cos’è la cataratta?

La cataratta è una patologia dell’occhio che si manifesta con opacità e perdita di trasparenza del cristallino.

L’ossidazione delle proteine del cristallino, causata dai radicali liberi,  provoca l’appannamento progressivo della lente che può potare col tempo alla perdita della vista.

Leggi di più sul sito web: http://www.integratorialimentarisani.com/


Cause e sintomi della cataratta

Le cause della cataratta sono diverse e tra quelle più comuni abbiamo: diabete mellito, predisposizione genetica, deficit nutrizionali, infezioni e lesioni oculari.

A seconda di quando si manifesta, possiamo distinguere due tipologie di cataratta: la cataratta congenitae la cataratta senile. Nel primo caso è di origine ereditaria ma può anche essere causata da esposizioni  del feto a sostanze tossiche o patologie infettive.  La cataratta senile si manifesta generalmente dopo i 6 anni di età.

Il segno più caratteristico della cataratta è il cambiamento progressivo della colorazione dell’occhio che,  inizialmente si presenta bluastro per poi virare al grigio e tendere al biancastro col passare del tempo. Vi è spesso anche rossore e un’abbondante lacrimazione.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi viene effettuata dal veterinario mediante l’utilizzo di una lampada a fessura e dilatando la pupilla dell’animale con apposito collirio.

Qualora si sospettasse che la causa fosse di origine tossica, metabolica o da deficit nutrizionali si effettueranno esami del sangue specifici.

Il trattamento della cataratta è chirurgico e prevede l’inserimento di un cristallino artificiale ma possono esserci complicazioni anche gravi,  come il distacco della retina,  anche se solo nel 5% dei casi.

Rimedi naturali sia per la prevenzione che il trattamento della cataratta

Come abbiamo visto precedentemente, l’ossidazione del cristallino causata dai radicali liberi è sicuramente il fattore di maggiore importanza nella genesi della cataratta e risulta quindi essenziale l’utilizzo di antiossidanti sia a livello preventivo che nel trattamento di questa patologia.

La natura ci offre diverse piante che sono in grado di contrastare i danni prodotti dai radicali liberi e migliorare nettamente il microcircolo oculare.

Tra queste annoveriamo il Mirtillo nero (vaccinummyrtillus) che grazie al suo contenuto di antocianiha proprietà antiossidanti ed è in grado di migliorare la circolazione a livello della retina.

Il Ginko Biloba è anch’esso una pianta eccellente a tropismo vasale specialmente sul microcircolo sia oculare che cerebrale. Inoltre,  possiede un’azione antiossidante riducendo i danni dei radicali liberi a livello del cristallino.

Poi abbiamo l’estratto di gramigna che contiene betacarotene e luteina che risultano molto benefiche per la salute degli occhi. Inoltre, quest’ultima possiede anche un’azione antinfiammatoria a livello sistemico.

Infine il tarassaco officinale oltre che ad essere un eccellente depurativo epatico è anch’esso ricco di vitamine e antiossidanti ed è in grado di rinforzare il tessuto della retina.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinesegli occhi sono collegati al fegato, è perciò molto importante mantenerlo sano per assicurarsi una buona salute oculare.

Per concludere,  consigliere l’utilizzo di un prodotto naturale a base di questi 4 estratti, sotto forma di gocce senza alcol, studiato appositamente per la salute degli occhi dei nostri amici a quattro zampe.  https://www.fitopets.com/cataractin.html